Informazioni su Toshiba

Info

Toshiba è leader mondiale e azienda pioniera nel settore dell’alta tecnologia, produttrice diversificata e venditrice di prodotti elettrici ed elettronici avanzati, che vanno da sistemi informatici e di comunicazione a prodotti digitali consumer, da dispositivi e componenti elettronici a sistemi di alimentazione, sistemi per infrastrutture social e industriali e apparecchiature domestiche. Toshiba Electronics Europe GmbH, Personal Storage ha sede a Düsseldorf, in Germania, e produce unità disco rigido destinate al mercato al dettaglio e consumer di tutta Europa. Da oltre 50 anni, Toshiba sviluppa e fabbrica soluzioni di storage utilizzate dalla maggior parte dei principali marchi elettronici IT e consumer.

Dati aziendali

Dati aziendali di base (Dati finanziari e azionari al 31 marzo 2017)
(Su base consolidata)
Nome societàToshiba Corporation
Indirizzo sede1-1, Shibaura 1-chome, Minato-ku, Tokyo, Japan
Anno di fondazioneluglio 1875
Presidente e CEOSatoshi Tsunakawa
Azioni ordinarie (su base consolidata)¥200.000 milioni
Vendite nette (su base consolidata)¥4.870,8 miliardi
Anno fiscaledal 1° aprile al 31 marzo
Numero di dipendenti (su base consolidata)187,809
Numero di azioni emesse4.237,6 milioni di azioni
Numero di azionisti437,466
Quotazioni in BorsaGiappone: Tokyo e Nagoya

I nostri valori

Toshiba offre una tecnologia e dei prodotti davvero straordinari a livello di innovazione e cura dei dettagli: con noi la tua vita sarà più sicura, comoda e produttiva.

Passione

Siamo noi a definire lo standard nella fornitura di servizi, assicurando il massimo impegno nel garantire eccellenza, innovazione, formazione continua e miglioramenti costanti. Lottiamo per ciò in cui crediamo veramente e diamo sempre il massimo in tutte le attività.

Affidabilità

Sappiamo bene quanto conti la fiducia in un rapporto. Questo è il motivo per cui in tutte le nostre interazioni, nei nostri comportamenti e nelle nostre prassi all’interno dell’azienda e con i nostri partner, azionisti e, più in generale, con tutta la comunità cerchiamo sempre di fare del nostro meglio per comunicare in modo serio, onesto e leale.

Rispetto

Conosciamo bene e rispettiamo le differenze tra ognuno di noi e cerchiamo di creare un ambiente equo e solidale, in cui tutte le persone e il nostro staff vengano valorizzati e siano incoraggiati ad adottare una comunicazione aperta in entrambe le direzioni.

Visione ambientale

Policy

Visione e gestione ambientale Toshiba

 Introduzione

Toshiba Group vuole contribuire attivamente alla costruzione di una società sostenibile. Promuoviamo quindi un piano di gestione ambientale con la finalità di raggiungere gli obiettivi del nostro programma Environmental Vision 2050: People Leading Rich Lifestyles in Hamony with the Earth (Visione ambientale 2050: vivere in modo ricco e appagante in armonia con il pianeta).

Environmental Vision 2050

La gestione ambientale di Toshiba Group

Il traguardo è far convivere i nostri processi aziendali e i nostri prodotti in armonia con le esigenze del pianeta Terra e per farlo miriamo a creare valore ispirandoci a tre grandi concetti generali: “Sorpresa e sensazione”, “Sicurezza e protezione” e “Comfort”. A questi associamo il nostro impegno incondizionato per combattere il riscaldamento globale, controllare la dispersione di sostanze chimiche e garantire l’uso efficiente delle risorse. Siamo certi che i nostri sforzi contribuiranno a costruire una società sostenibile.

Per Toshiba, tutte le considerazioni ambientali diventano parte attiva della gestione aziendale. Promuoviamo una gestione attenta all’ambiente a tutti i livelli: dai prodotti ai processi aziendali,
in ogni fase della fabbricazione e dell’utilizzo, fino al riciclaggio dei prodotti a fine vita. Questo approccio è l’attuazione pratica del nostro slogan: “Committed to People, Committed to the Future. Toshiba.” (“Un impegno per le persone, un impegno per il futuro. Toshiba.).

Vivere in modo ricco e appagante in armonia con il pianeta: questa è la situazione ideale a cui tendere per il 2050, come vuole la visione ambientale 2050 di Toshiba Group.

Questa visione complessiva ci porta ad affermare che la nostra missione di azienda che opera sul pianeta Terra sia quella di creare un nuovo e accresciuto valore riducendo al minimo l’impatto sull’ambiente.

Approcci e azioni per trasformare la visione in realtà

L’obiettivo di Toshiba Group è quello di trasformare la visione ambientale 2050 in realtà, perseguendo due approcci complementari: se l’approccio energetico si fonda sulla fornitura costante di energia affidabile e sull’attenuazione dei cambiamenti climatici, quello dei prodotti ecologici mira a creare nuovo valore in armonia con il pianeta Terra. Ci stiamo muovendo in due diverse direzioni: se il processo ecologico vuole limitare l’impatto ambientale dei processi aziendali, il programma ecologico è uno sforzo concertato per intervenire sui problemi ambientali in collaborazione con i nostri azionisti.

Gestione ambientale di Toshiba Corporate

Un impegno per le persone, un impegno per il futuro. Attraverso lo sviluppo dei prodotti, Toshiba valuta l’impatto ambientale dell’uso dei prodotti cercando di ottimizzare il recupero delle risorse e il riciclaggio dei prodotti arrivati a fine vita.

Direttiva RoHS

Le direttive RoHS dell’Unione Europea 2002/95/CE e il suo riadattamento 2011/65/UE prevedono la limitazione d’uso di alcune sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche e mirano a ridurre l’uso delle sostanze che possono rappresentare un rischio alla salute o all’ambiente. Le normative RoHS per gli stati membri devono garantire che dal 1 luglio 2006 la maggior parte delle apparecchiature elettriche ed elettroniche non possano essere vendute nell’Unione Europea se contengono le seguenti sostanze a concentrazioni superiori a quelle specificate (peso/peso) a livello di materiale omogeneo:

– Piombo (0,1%)

– Mercurio (0,1%)

– Cadmio (0,01%)

– Cromo esavalente (0,1%)

– Bifenili polibromurati (PBB) (0,1%)

– Eteri di difenile polibromurati (PBDE) (0,1%)

La policy di Toshiba ci invita a svolgere la nostra attività in modi conformi alle più sagge pratiche di gestione ambientale e a rispettare le norme e i regolamenti ambientali in vigore. Sfruttando tutte le potenzialità di una buona progettazione e delle migliori prassi di gestione, apportiamo continui miglioramenti per tutelare le risorse naturali e ridurre al minimo l’uso di materiali importanti per l’ambiente.

È ormai da lungo tempo che la divisione Semiconduttori e Prodotti di storage di Toshiba va alla ricerca di metodi di produzione ecologicamente compatibili. Oltre a garantire la conformità agli standard ISO14001, nel mese di novembre 2002 Toshiba ha implementato il programma “Green Procurement”, che la costringeva a fabbricare prodotti ecologicamente compatibili ben prima che fosse introdotta la direttiva RoHS, in vigore da luglio 2006.

I nostri primi prodotti Memory conformi alla direttiva RoHS sono stati lanciati nel 2003.

Ed è dall’inizio del terzo trimestre del 2005 che la nostra intera gamma di prodotti Memory consumer è totalmente conforme alla direttiva RoHS.

Direttiva UE RAEE

Informazioni riguardanti esclusivamente gli stati dell’Unione Europea:

L’uso del simbolo indica l’impossibilità di smaltire questo prodotto come rifiuto domestico. Lo smaltimento corretto di questo prodotto aiuta a prevenire potenziali conseguenze negative per l’ambiente e la salute, che potrebbero scaturire da una gestione non appropriata del prodotto come rifiuto. Per informazioni maggiormente dettagliate sul riciclaggio di questo prodotto, è possibile contattare l’ufficio municipale locale preposto, il servizio di smaltimento rifiuti domestici locale o il negozio presso il quale è stato effettuato l’acquisto.

Direttiva UE RAEE

La direttiva RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) dell’Unione Europea 2002/96/CE e il suo riadattamento 2012/19/UE sono volte a proteggere la qualità della salute e dell’ambiente tramite l’uso oculato delle risorse naturali e l’adozione di strategie di gestione dei rifiuti basate sul riciclaggio e il riutilizzo. Le leggi RAEE destinate agli stati membri sono entrate in vigore il 13 agosto 2005. In seguito a tale data, quasi tutti i fabbricanti di apparecchiature elettriche saranno responsabili dello smaltimento dei loro prodotti al termine del loro ciclo di vita. Tra le responsabilità dei fabbricanti ricadono: requisiti di etichettatura, informazioni per gli utenti finali, strutture di canale e di trattamento, garanzia della disponibilità di infrastrutture di raccolta, invio di dati di vendita e di recupero e copertura dei costi RAEE nei paesi in cui i nostri prodotti rientrano unicamente nell’ambito della direttiva RAEE.

Toshiba, come altre aziende del settore elettronico, sta lavorando a stretto contatto con team di progettisti, fornitori e altri partner per definire strategie di gestione per i prodotti arrivati a fine vita. Toshiba ha seguito tutti gli sviluppi della direttiva RAEE dall’inizio del 1998, partecipando ad appositi gruppi di lavoro a livello nazionale ed europeo. Nel mese di aprile 2003, Toshiba ha costituito un reparto ambientale europeo responsabile dell’implementazione dei requisiti RAEE in Europa. Questo importante reparto sta analizzando tutte le misure necessarie per assicurare la conformità alla direttiva RAEE, compresa la transizione della legislazione nazionale degli stati membri dell’UE che include:

– registrazione in tutti i paesi UE

– segnalazione delle quantità vendute

– etichettatura dei prodotti a partire dal 13 agosto 2005

Informazioni solo per i partner che si occupano del riciclaggio:

Per informazioni sul riciclaggio dei nostri prodotti secondo l’art. 11 della direttiva RAEE, è possibile scrivere all’indirizzo recycling-information@tee.toshiba.de.

Dichiarazione di conformità REACH

Il regolamento europeo REACH (Registration, Evaluation, Authorization and Restriction of Chemicals) è entrato in vigore l’1 giugno 2007.

Rispettando gli impegni assunti per rendere il rispetto dell’ambiente una priorità in tutte le nostre attività in modo da proteggere la sicurezza e la salute delle persone oltre alle risorse naturali del pianeta, Toshiba persegue l’obiettivo complessivo del REACH e intende assicurare la conformità e la soddisfazione di tutti i requisiti legali richiesti fornendo ai clienti le informazioni necessarie sulle sostanze chimiche utilizzate nei nostri prodotti.

In caso di dubbi, è possibile scrivere all’indirizzo:

recycling-information@tee.toshiba.de

Sedi

  • European Headquarters, Germany Toshiba Electronics Europe GmbH

    Hansaallee, 181 40549, Düsseldorf, Germany

    Tel: +49-211-5296-0
    Fax: +49-211-5296-400

  • Headquarters, Japan Toshiba Corporation Hamamatsucho

    1-1, Shibaura 1-chome, Minato-ku, Tokyo, 105-8001, Japan

    Tel: +81-3-3457-4511
    Fax: +81-3-3456-1631

Settori

Cronologia

1873 - 1890

I primi passi verso la creazione di Toshiba

Fondazione dell’azienda nel quartiere di Ginza a Tokyo

Nel 1873, il Ministero dell’Ingegneria, incaricato della promozione della modernizzazione in Giappone, commissionò a Hisashige Tanaka lo sviluppo di apparecchiature telegrafiche. Nel 1875 Tanaka costruì a Tokyo uno stabilimento per gestire il sempre crescente numero di commesse pubbliche. Stiamo parlando del Tanaka Seizo-sho (Società di ingegneria Tanaka), antenato di Toshiba.

Intanto, nel 1878, Ichisuke Fujioka inventò la prima lampada ad arco giapponese durante i suoi studi all’Università Imperiale di Ingegneria (ora Facoltà di ingegneria dell’Università di Tokyo), sotto la guida del professore ospite William Ayrton. In quegli anni, il Giappone era costretto ad importare dall’estero tutte le lampadine elettriche. Nel 1890, Fujioka fondò quindi la Hakunetsu-sha Co., Ltd. per produrre le sue lampadine in Giappone.

1891 – 1931

Crescita, distruzione e ricostruzione

La prima lampadina con doppio filamento a spirale del mondo

Queste due aziende diedero il via allo sviluppo delle apparecchiature elettriche in Giappone.
La Società di ingegneria Tanaka realizzò un generatore a turbine alimentato da una ruota idraulica, mentre la Hakunetsu-sha sviluppò il primo trasmettitore radio. Nel 1921, la Tokyo Denki (Società elettrica di Tokyo, il nuovo nome scelto per la Hakunetsu-sha nel 1899) inventò la lampadina con doppio filamento a spirale, in seguito classificata come una delle sei principali invenzioni nella storia della lampadina elettrica.

Il grande terremoto del Kantō nel 1923 provocò danni devastanti e oltre 100.000 vittime. La Tokyo Denki perse molti dipendenti a causa di questa catastrofe. Il presidente della società contribuì allo sforzo della ricostruzione, sottolineando un concetto divenuto celebre: “Un’azienda senza reparto di ricerca è come un insetto privo di antenne”. In questo periodo, l’azienda si inserì anche in nuovi settori commerciali, come quello delle apparecchiature mediche e dei dispositivi radio.

1932 – 1939

Azienda produttrice di apparecchiature elettriche integrate nata dalla fusione della Società di ingegneria Shibaura (macchinari elettrici pesanti) e della Società elettrica di Tokyo (piccole apparecchiature elettriche)

Complesso della Tokyo Denki (Società elettrica di Tokyo) Kawasaki (ex Horikawacho Works, chiuso nel 2000)

Negli anni ‘30, il governo giapponese vietò la produzione di apparecchiature domestiche per conservare riserve sufficienti di ferro e di acciaio per lo sforzo bellico. Si prospettavano tempi difficili.

Entrambi membri della Mitsui zaibatsu, gestita dalla Banca Mitsui, Shibaura Seisaku-sho (Società di ingegneria Shibaura; il nuovo nome scelto per la Società di ingegneria Tanaka nel 1893) e Società elettrica di Tokyo avevano partecipazioni azionarie in comune e collaboravano in molti settori. Con l’avanzare della tecnologia, iniziò a crescere la domanda di apparecchiature domestiche che contenessero le migliorie presenti nei macchinari elettrici pesanti. Nel 1939, le due aziende decisero di fondersi per formare la Tokyo Shibaura Denki (Tokyo Shibaura Electric Co., Ltd.). L’ambizioso progetto di questa nuova società era conquistare la leadership nel settore della produzione di macchinari elettrici.

1940 – 1956

Il maggior fornitore per il governo durante la guerra; le esportazioni verso il Sud-est asiatico cominciano nel dopoguerra

Ex Horikawacho Works, subito dopo la guerra

Con l’esacerbarsi della guerra, l’azienda prosperò rapidamente soddisfando le commesse pubbliche per radio, valvole termoioniche e altre forniture militari, oltre ai generatori. La capacità di produzione fu però messa a dura prova dai raid aerei che prendevano di mira soprattutto gli stabilimenti industriali.

Man mano che la produzione si riassestava durante il dopoguerra, l’azienda si concentrò dapprima sulla fabbricazione di macchinari elettrici pesanti e poi tornò ad occuparsi di apparecchiature elettriche più piccole da destinare al mercato della ricostruzione. Furono create nuove società di vendita controllate per rafforzare la forza vendita e avviare le esportazioni nel Sud-est asiatico.

1957 – 1972

La rinascita delle strutture gestionali e aziendali apre la strada all’espansione oltreoceano

Società di vendita controllata oltreoceano, ex Toshiba Hawaii, Inc.

Nella seconda metà degli anni ‘70, l’economia giapponese era in pieno boom e anche il settore elettronico, delle comunicazioni e dei macchinari elettrici pesanti era in rapida crescita. Le vendite e i profitti si moltiplicavano e Toshiba cominciò a creare nuovi prodotti, sviluppare tecnologie originali, espandere gli stabilimenti esistenti e costruire nuove strutture per la produzione, con l’obiettivo di soddisfare la domanda dei mercati.

Per alimentare gli scambi internazionali, furono create società di vendita e di produzione controllate oltreoceano. Le vendite oltreoceano crebbero gradualmente.

1973 – 1983

Rafforzamento delle competenze tecniche per mantenere la crescita costante

Il primo programma di videoscrittura del Giappone

La regressione economica che seguì la prima crisi petrolifera del 1973 spinse Toshiba a investire in modo più significativo nella Ricerca e sviluppo, partendo dal presupposto che i profitti erano la fonte di vitalità aziendale, mentre la tecnologia era la forza motrice che consentiva lo sviluppo aziendale. La migliore organizzazione della Ricerca e sviluppo e i maggiori fondi a disposizione del reparto portarono alla nascita di molte nuove tecnologie, che rappresentavano una novità assoluta nel mondo o in Giappone.

Non mancarono altre iniziative per migliorare la tecnologia produttiva, mantenere una qualità elevata, ottimizzare la manodopera e ridurre i tempi di consegna, con il risultato finale di aumentare notevolmente i profitti.

1984 – 1999

Nome modificato in Toshiba; il sistema aziendale interno promuove processi decisionali più rapidi

Edificio Toshiba

Nel 1984, la forma abbreviata “Toshiba” sostituì il nome ufficiale dell’azienda Tokyo Shibaura Denki (in inglese “Toshiba Corporation”, adottato nel 1983).

La stagnazione economica in Giappone durante gli anni ‘90 spinse Toshiba ad adottare un approccio basato su “concentrazione e selezione” per registrare una crescita sostenuta. Le risorse vennero concentrate nei settori con maggiore potenziale di crescita e nelle nuove attività e si decise di promuovere la crescita in modo selettivo nei settori già maturi o in recessione attraverso riforme e ristrutturazioni. Toshiba concentrò le risorse sui semiconduttori e mirò all’espansione del segmento dei PC.

Nel 1999, Toshiba introdusse il suo sistema aziendale interno, creando otto società in-house. A queste nuove società vennero dati pieni poteri per incoraggiarne l’autonomia e promuovere processi decisionali ancora più rapidi.

Dopo il 2000

Offerta dei migliori prodotti e servizi del mondo per sbaragliare la concorrenza e diventare una presenza internazionale ancora più significativa

Il primo televisore LCD 3D del mondo che non richiede l’uso di occhiali

La rapida crescita economica nei paesi in via di sviluppo sommata a quella vicino allo zero dei paesi industrializzati ha comportato significativi cambiamenti nel panorama economico e industriale del XXI secolo. Per competere con concorrenti che non operano più dall’interno di confini nazionali, Toshiba continua a concentrarsi sulla ristrutturazione delle attività per rafforzare la sua base di utili, cercando di trasformare la sua struttura aziendale complessiva con un occhio attento ai settori in crescita e alle attività emergenti. L’obiettivo è diventare una presenza internazionale ancora più significativa adottando l’approccio basato su “concentrazione e selezione” e offrendo i migliori prodotti e servizi del mondo a prezzi competitivi per conquistare clienti.

CookieUtilizziamo i cookie in modo da poter fornire agli utenti del nostro sito Web la migliore esperienza possibile. Se l'utente continua a navigare senza modificare le impostazioni, presumeremo che non abbia nulla in contrario a ricevere tutti i cookie presenti sul presente sito web di Toshiba. È inoltre possibile fare clic sul pulsante "Continua" nel browser per accettare la nostra policy, in modo che questo messaggio non venga visualizzato in futuro. Naturalmente, è possibile modificare le preferenze dei cookie in qualsiasi momento tramite le impostazioni del proprio browser. Per ulteriori dettagli sui nostri cookie e sulla policy di Toshiba in materia di cookie, consultare la nostra Informativa sulla privacy. Collegamento all'Informativa sulla privacy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close